Header Gallery ImageHeader Gallery ImageHeader Gallery ImageHeader Gallery ImageHeader Gallery ImageHeader Gallery ImageHeader Gallery ImageHeader Gallery ImageHeader Gallery ImageHeader Gallery ImageHeader Gallery ImageHeader Gallery ImageHeader Gallery ImageHeader Gallery ImageHeader Gallery ImageHeader Gallery ImageHeader Gallery ImageHeader Gallery ImageHeader Gallery Image

Processo Produttivo

Acciaio altamente garantito

Lavorazione a Freddo delle Posate

L'acciaio usato per la produzione dei nostri articoli è prodotto in acciaierie con processi siderurgici. La materia prima è costituita da rottame di ferro che viene caricato, assieme a sostanze fondenti, in forni elettrici dove per effetto del calore avviene la fusione. L'acciaio liquido così ottenuto in grandi contenitori denominati siviere viene addizionato di piccole frazioni percentuali di altri metalli ( nichel e cromo ) per renderlo inossidabile e di altre sostanze speciali per eliminare le impurità non metalliche presenti. L'acciaio viene successivamente solidificato nella forma di sezione rettangolare (Brama) e in sequenza laminato fino a ridurne lo spessore a valori compresi tra 0,8 mm e 10 mm secondo la richiesta finale. L'acciaio viene poi avvolto in rotoli denominati "Coils".

L'acciaio acquistato dall'azienda varia da 0,8 mm a 5 mm di spessore.

Gli acciai inox differiscono in base alla percentuale degli elementi costituenti la lega. Vengono classificati con la sigla AISI proveniente dagli Stati Uniti (American Iron and Steel Institute, Istituto di unificazione statunitense per ferro ed acciaio).

AISI 304 ( Cr18% e Ni 10% ) sono acciai inox austenitici e presentano le seguenti caratteristiche:
  • Ottima resistenza alla corrosione
  • Facilità di ripulitura e ottimo coefficiente igienico
  • Facilmente lavorabile, duttile
  • Incrudibile se lavorato a freddo ( aumento della durezza)
  • In condizione di totale ricottura non si magnetizza.

AISI 430 ( Cr18% ) sono acciai inox ferritici e presentano le seguenti caratteristiche:
  • Ottima resistenza alla corrosione
  • Facilità di ripulitura e ottimo coefficiente igienico
  • Facilmente lavorabile, duttile
  • Incrudibile se lavorato a freddo ( aumento della durezza)

La lavorazione è definita a freddo perchè tutte le deformazioni (taglio, stiramento dell'acciaio, coniatura) sono realizzate senza riscaldare il materiale. Fasi di lavorazione a freddo delle posate da coil:
  • Tranciatura dello sviluppo del pezzo ovvero del profilo
  • Laminatura con rulli per assottigliare la parte anteriore e ottenere un bilanciamento ottimale del pezzo
  • Rifilatura della parte anteriore del pezzo (tazza del cucchiaio, rebbi delle forchette ecc.)
  • Sgrassaggio per eliminare gli olii delle varie lavorazioni
  • Coniatura per dare curvatura e ottenere la forma dell'oggetto finale
  • Lucidatura realizzata con l'impiego di rulli abrasivi per eliminare la sbavatura delle "coste" e fresatura dei rebbi delle forchette e lavorazione di tutte le superfici con rulli per lucidatura e paste lucidanti per donare brillantezza
  • Lavaggio per togliere residui di pasta abrasiva
  • Controllo di qualità monitoraggio costante affinchè il prodotto sia conforme
  • Confezionamento di protezione per stoccaggio in magazzino

Coils

Tranciatura

Tranciatura particolare

Coniatura

Confezionamento

Lavorazione a caldo dei Coltelli

Per la lavorazione a caldo dei coltelli si utilizzano barre tonde di diversi diametri di acciaio inossidabile martensitico, ovvero una lega ad elevato contenuto di cromo e con una percentuale relativamente elevata di carbonio: conosciuto soprattutto con la nomenclatura americana di acciaio AISI 420 ( 0,20% < C < 0,40% e Cr = 13% circa).

Gli acciai AISI 400 hanno caratteristiche meccaniche molto elevate e sono l'ideale nelle lavorazioni a caldo: è l'unico acciaio inox che può prendere la tempra e pertanto aumentare le sue proprietà meccaniche( carico di rottura, carico di snervamento, durezza) mediante trattamento termico. La lavorazione è definita a caldo perchè il procedimento di trasformazione plastica che il metallo subisce avviene tramite calore a una temperatura elevata.

Fasi di lavorazione a caldo dei coltelli dal tondino di acciaio:
  • Tranciatura barre della lunghezza desiderata
  • Riscaldamento nei forni ad elevata temperatura per facilitare la lavorazione successiva
  • Forgiatura del manico e lama con schiacciamento del materiale per ottenere la modellazione del metallo
  • Tranciatura perimetrale per definire il profilo del coltello e scartare la parte in eccesso
  • Tempra processo tecnologico che consiste nel portare la lama a temperature elevate in speciali forni (1080° C) e a un rapido raffreddamento in camera d'azoto
  • Rinvenimento in forno ad una temperatura di 250° circa. Questo trattamento conferisce alla lama la capacità di taglio, di resistenza meccanica e quella alla corrosione
  • Molatura lama Il coltello viene passato su mole speciali fino a ridurre lo spessore della lama dal dorso al filo
  • Seghettatura lama con speciali mole dentate con raffreddamento ad acqua
  • Lucidatura realizzata con l'impiego di rulli abrasivi per eliminare la sbavatura delle "coste" e lavorazione di tutte le superfici con rulli per lucidatura e paste lucidanti per donare brillantezza
  • Lavaggio per togliere residui di pasta abrasiva
  • Marchiatura lama viene impresso il marchio con punzone o tecnologia laser
  • Controllo di qualità monitoraggio costante affinchà il prodotto sia conforme
  • Confezionamento di protezione per stoccaggio in magazzino

Forgiatura lama

Forgiatura manici

Tempra

Marchiatura lama con punzone

HOST 2017

VERO STRONG

VERO GLAMOUR

BRIO PASTEL

BRIO CHIC

TERGICUCCHIAIO

VIDEO AZIENDALE

CADEAU